Ilaria legge le offese (degli imbecilli): “Nana, deforme, fai schifo, non ti guardi allo specchio?”

Ilaria legge le offese (degli imbecilli): “Nana, deforme, fai schifo, non ti guardi allo specchio?”

Questo è il lavoro che devi fare ogni giorno: sforzarti di vedere l’umanità ferita dietro chi ferisce, vedere un volto dietro una maschera. È questa profondità che ti rende libero di fronte alle offese, di fronte a qualsiasi parola distruttiva. Non sarai mai indifferente davanti alle parole degli altri ma puoi difenderti, puoi prendere le dovute distanze dentro di te. Questo è un lavoro che richiede passione e coraggio. L’umanità è un’arte, si impara solo andando a cercare il cuore sotto le nostre pareti di ghiaccio. Ogni cuore pulsa dietro dei ghiacciai in cui si perde il battito; ma se lo scopri hai riportato alla vita un essere umano.

Fra Filippo Rubini

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: