Categories

Per-corsi di miglioramento

Se ti piace il contenuto di questo sito e vuoi far parte della community

Il nostro gruppo Telegram

https://t.me/metodoappo

Se vuoi chiedere info chiama pure il 340 49 31 860

Ogni persona, ogni giorno, percorre una strada interiore diversa da quella percorsa da altri.

Il punto in cui si trova dipende da fortuna e decisioni passate.

Questo percorso di miglioramento serve a coloro che vogliono conoscere e definire nello specifico il senso della propria vita, il proprio Dharma, il proprio Ikigai in modo da compiere azioni coerenti con esso e diventare completamente padroni del proprio destino.

Per avere un percorso di miglioramento personalizzato puoi lasciare un commento specificando informazioni sulle tue motivazioni.

Qui sotto alcune indicazioni per fare in autonomia il percorso di crescita personale che verrà proposto anche nelle prossime sessioni live.

  1. Abituarsi a scorrere questo elenco ogni mattina. L’unica vera abilità richiesta per vivere la vita dei propri sogni è forzarsi ad un lavoro continuo su se stessi. Se abbandoni la mappa il percorso che scegli di vivere sarà sempre un territorio sconosciuto.
    1. Ricordarsi che la mappa non è il territorio.
    2. Ricordarsi che i punti non possono essere invertiti se non per ragioni particolari e comunque il risultato migliore lo si ottiene rispettando l’ordine in cui è stato progettato il percorso.
  2. Svegliarsi ad un orario in cui non sono presenti rumori esterni.
  3. Bere un bicchiere d’acqua o idratare il proprio corpo con una tisana rigenerante.
  4. Fare 5 minuti di esercizio fisico
  5. Analizzare la giornata precedente ricordandosi della lettura delle azioni in base alla teoria dei 3 cervelli.
    1. Quanto ho vissuto emozionalmente? Quanto ho vissuto istintivamente? Quanto ho vissuto razionalmente?
    2. Questo esercizio non deve durare più di 5 minuti
  6. Scrivere la risposta alla seguente domanda: conosco il senso della mia vita o voglio approfondirne oggi la conoscenza in ambito materiale o spirituale?
    1. Rispondere con una frase breve e concisa che diventerà la propria affermazione quotidiana
      1. Es: “Il senso della mia vita è donare agli altri la mia abilità come XXX. In cambio di questo riceverò sostentamento materiale e spirituale. Concorrerò, per quanto mi è possibile al benessere materiale e spirituale delle altre persone che mi sono care e dell’intero genere umano.
      2. Qualora ci fossero difficoltà di definizione su questo punto è opportuno richiedere un aiuto esterno per cercare di capire in quale incaglio ci siamo bloccati. È normale non riuscire a trovare subito il proprio senso della vita ma è altrettanto necessario capire che fino a quando non rispondiamo pienamente a questa domanda la nostra esistenza potrebbe essere in pericolo.
      3. Il nostro tempo in questo corpo è limitato. Prima scopriamo come impiegarlo al meglio e prima raggiungeremo la pace interiore che ci porterà ad evolverci come essere spirituali.
  7. Pianificare le future 18 ore di vita.
    1. La pianificazione deve essere veloce e stringata. Non serve scrivere montagne di parole.
      1. Es.: 8/14 Lavoro come XXX, chiamo YYY, 15/18 Vado in Palestra, 19/20.30 cena con ZZZ ore 23.00 lettura libro AAA
  8. Ancorarsi al tempo presente ed al “qui ed ora”
    1. Fase di meditazione per ricentrare la propria vita mitigando gli effetti della mente egoica e tornando a godere del rilassamento dato dalla saggezza eterna.
    2. Ricordiamo la preghiera della serenità.
    3. La meditazione deve durare almeno 10 minuti.
    4. Se possibile, scrivere e recitare le proprie affermazioni personali, o una parte di essa come mantra.
  9. Imparare qualcosa di nuovo
    1. Attraverso la lettura, l’ascolto, l’esercizio pratico passiamo almeno 20 minuti ad imparare qualcosa di nuovo.
    2. Se abbiamo dei tempi morti in cui il nostro corpo è impegnato ma la mente è libera (come quando guidiamo da casa a lavoro o facciamo lavori domestici) ascoltiamo audiolibri, tutorial video o materiale provenienti da fonti che impareremo a selezionare sempre meglio.
    3. Dobbiamo imparare ad esplorare settori della conoscenza che già conosciamo e settori nuovi, in modo da rendere poliedrica la nostra esperienza quotidiana.
  10. Scrivere il proprio percorso
    1. Scrivere è fondamentale. Avere la possibilità di avere su carta o in un documento digitale le scoperte che facciamo durante il nostro viaggio ci permette di fare distinzioni migliori su ciò che accade e ci permette di prendere decisioni migliori.
    2. Il nostro fine ultimo è la felicità intensa da provare ogni giorno. L’unico modo per essere consapevoli del fatto che stiamo vivendo il nostro sogno oppure no proviene da questo esercizio di scrittura. All’inizio sarà sempre complicato e sarà semplice togliere lo sguardo dal libro della nostra vita ma con il tempo acquisiremo la consapevolezza che è proprio questa attività che ci porterà a sperimentare una gioia quotidiana indipendente da qualsiasi accadimento nel mondo.
    3. Solo noi possiamo mettere mano alla nostra vita e sicuramente avremo aiuto da tanti maestri spirituali se abbiamo la forza ed il coraggio di andare a prendere il nostro tesoro.

Che la tua vita sia il paradiso che scegli quotidianamente di vivere.

Marco “Orange Kiko” Costanzo

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi