Se la morte mi abbracciasse forte – Alejandro Almeida

Se la morte mi abbracciasse forte

Poema di Alejandro Almeida detenuto-desaparecido il 17 giugno 1975 all’ eta’ di vent’anni.

Se la morte
Mi sorprende
Lontano dal tuo ventre
Perché per te
Noi tre siamo ancora dentro di te;
Se mi sorprende
Lontano dalle tue carezze
Di cui ho tanto bisogno;
Se la morte mi abbracciasse forte
Come ricompensa
Per aver amato
La Libertà,
E i tuoi abbracci allora
Solo stringeranno ricordi,
Pianti e consigli
Che non ho voluto ascoltare,
Vorrei dirti mamma
Che una parte di quello che sono stato
Lo ritroverai
Nei miei compagni,
L’ appuntamento di controllo,
L’ ultimo,
Se lo sono portati via loro,
I caduti, i nostri caduti,
Il mio controllo, il nostro controllo,
E’ in cielo,
e ci sta aspettando;
Se la morte
Mi sorprende
In questo modo così amaro,
Ma onesto,
Se non mi lascia il tempo
Per un ultimo grido
Disperato e sincero,
Lascerò il respiro,
L’ ultimo respiro,
Per dire
Ti voglio bene.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui il link che sei interessato ad una sessione di coaching completamente gratuita  ---> t.me/digireale