La ballata degli amori inutili – Vellei

La ballata degli amori inutili
Io canto dell’arme, di lotte e di tenzon.
Io canto di gioia, paura ed amor.
Di un cavaliere che si innamorò,
di una fanciulla che lo rifiutò.

Povero cavaliere smetti di vaneggiar
e ciò che vedi morto tu devi dimenticar.
Furono per te giorni assai felici,
ovunque lei andasse, tu sempre la seguivi.

Amata come amata nessuna sarà mai,
solo con lei all’amore giocherai.
Tu lo volevi e lei non si negava,
intanto finiva una splendida giornata.

Ora che lei il cavalier non vuole più,
non essere infelice, non inseguirla tu.
Non cedere, resisti con animo risoluto,
addio fanciulla il cavalier ormai è perduto.

Non verrà a cercarti, se tu non lo vorrai,
non più desiderata, fanciulla tu soffrirai.
Che vita ti rimane povera scellerata?
Chi ti vorrà? Che tu sia dannata!

Chi amerai? Da chi sarai amata?
Chi bacerai? Da chi sarai viziata?
Ma tu cavaliere non cedere, resisti
Ma tu cavaliere non cedere, resisti

Io canto dell’arme, di lotte e di tenzon.
Io canto di gioia, paura ed amor.
Di un cavaliere che si innamorò,
di una fanciulla che lo rifiutò.

http://www.vitaminic.it/artist/henomis/

Ricordati che se usi il browser Brave non vedrai pubblicitá su questo sito Brave.com
Se vuoi partecipare ad un gruppo Telegram di persone che praticano il miglioramento continuo puoi visitare Miracle Morning Italian fans
Visits: 30
Today: 2

0 Comments

  1. Il cavaliere fui io..eppure quell’amore inutile non sarà mai

Rispondi

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: