Rocco Hunt – Nu juorno buono (traduzione)

Questa mattina per fortuna c’è un’aria diversa
Il sole coi suoi raggi penetra dalla finestra
Quant’è bella la mia terra
Mi manca quando parto
Porto una cartolina di riserva
Questo posto non deve morire
La mia gente non deve partire
Il mio accento si deve sentire

La strage dei rifiuti
L’aumento dei tumori
Siamo la terra del sole
Non la terra dei fuochi
Questa mattina per fortuna la storia è cambiata
Vedo la gente che sorride spensierata
Non esiste cattiveria
Si sta bene in strada
Il mondo si è fermato
In questa splendida giornata

E’ una bella giornata
stamattina mi ha svegliato il sole
l’odore del caffè
lo stereo con le sue canzoni

PUBBLICITÀ

da quanto tempo che non mi sentivo così
ogni cosa comincia perchè poi deve finire
ma non mi manca niente
stamattina non mi manca niente
abbraccio Gabriellina
si addormenta sul mio petto
non sa cosa sono i problemi
non sa cosa sono gli schemi da seguire
non sa che la vita dà il dolce e poi ti avvelena

un bacio a mia madre
che ha già finito di fare le pulizie
la principessa nella povertà
ha messo al mondo questo scugnizzo
mi ha insegnato fin da piccolo
che un sogno può realizzarsi
ti cancellerei tutte le rughe
e tutte le cose tristi

Dimentica di andare fuori per lavoro
Le nuove aziende fioriranno nel tuo territorio
Dimentica le banche, li presteremo noi a loro
Zero padrone, gli ruberemo il trono
Non c’è la fila allo sportello (e com’è possibile?)
Se tifi un’altra squadra
Sei lo stesso mio fratello
Fate l’amore
Invece di impugnare quel coltello
La violenza è stata sempre il metodo di chi non ha cervello
Tagliate quella linea che divide nord e sud
Guardo il cielo per cercare chi purtroppo non c’è più
E’ un giorno nuovo anche per loro
E son sicuro che un sorriso l’ho strappato pure a voi lassù

E’ una bella giornata
stamattina mi ha svegliato il sole
l’odore del caffè
lo stereo con le sue canzoni
da quanto tempo che non mi sentivo così
ogni cosa comincia perchè poi deve finire
ma non mi manca niente
stamattina non mi manca niente
abbraccio Gabriellina
si addormenta sul mio petto
non sa cosa sono i problemi
non sa cosa sono gli schemi da seguire
non sa che la vita dà il dolce e poi ti avvelena

E’ una bella giornata…
E’ una bella giornata…
E’ una bella giornata…
E’ una bella giornata…

E’ una bella giornata
stamattina mi ha svegliato il sole
l’odore del caffè
lo stereo con le sue canzoni
da quanto tempo che non mi sentivo così
ogni cosa comincia perchè poi deve finire
ma non mi manca niente
stamattina non mi manca niente
abbraccio Gabriellina
si addormenta sul mio petto
non sa cosa sono i problemi
non sa cosa sono gli schemi da seguire
non sa che la vita dà il dolce e poi ti avvelena

Questo posto non deve morire
La mia gente non deve partire
Il mio accento si deve sentire

a mio zio che si sveglia al mattino
a Gennaro che ha avuto un bambino
ai pescivendoli, ai fruttivendoli
a tutta la gente del rione

CONSIGLI PER ASPIRANTI SCRITTORI

Dopo una carriera nel panorama letterario italiano, (di cui qui conoscete solo una parte) dopo varie esperienze e dopo aver capito tutti i meccanismi di questa industria del Libro, ahimè truffaldina, voglio darvi dei consigli utili.

1- Evitate l’editoria italiana. Grandi o piccoli editori che siano, puntano solo a speculare su di voi in modo disonesto.

2-Scrivete solo per soldi e non per passione. Scrivete e vendete le vostre opere solo agli editori stranieri perchè in Italia non ricaverete nulla (se volete guadagnare).

3- Non iscrivetevi e non fidatevi di siti e forum per scrittori o siti di scrittura creativa perchè sono strettamente legati alle case editrici e ovviamente curano i loro e non i vostri di interessi.

4- Se proprio non potete far tradurre i vostri libri allora pubblicateli su Amazon e non scegliete siti di self publishing perchè molti di questi non sono validi e non curano i vostri interessi

Il resto, molto interessante qui…

https://itesoridiamleta.wordpress.com/2019/04/05/consigli-per-aspiranti-scrittori/

LE OCHE SELVATICHE

Non devi essere buono.

Non devi camminare sulle ginocchia

Per centinaia di miglia nel deserto, per espiare.

Devi solo lasciare che il delicato animale del tuo corpo ami ciò che ama.

Parlami della disperazione, la tua, e io ti parlerò della mia.

Intanto il mondo va avanti.Intanto il sole e le luminose perle di pioggia si stanno spostando attraverso il paesaggio, sopra le praterie e gli alberi profondi, le montagne e i fiumi.Intanto le oche selvatiche, alte nella pulita aria blu, di nuovo si stanno dirigendo verso casa.

Chiunque tu sia, non importa quanto solo ti senta, il mondo si offre alla tua immaginazione,ti chiama come le oche selvatiche, stridenti ed eccitanti – annunciando ripetutamente il tuo posto nella famiglia delle cose.

Mary Oliver