L’amore mi si offrì – Edgar Lee Master

L’amore mi si offrì e io mi ritrassi all’inganno;
il dolore bussò alla mia porta ed io ebbi paura;
l’ambizione mi chiamò ma io temetti gli imprevisti.
Malgrado tutto avevo fame di un significato nella vita.
E adesso so che bisogna alzare le vele
e prendere i venti del destino
dovunque spingano la tua barca.
Dare un senso alla vita può condurre alla follia
ma una vita senza senso
è la tortura dell’inquetudine e del vano desiderio,
è una barca che anela al mare
eppure lo teme.

Edgar Lee Master
Grazie a Marinella

0 Risposte a “L’amore mi si offrì – Edgar Lee Master”

  1. Dov’è il mio ragazzo, il mio ragazzo?
    Il ragazzo che amai più di tutti nella scuola,
    io, la maestra, il vergine cuore,
    che di tutti avevo fatto miei figli.
    ……………………….
    ……………………..
    ……………………….
    Ricordi la lettera che ti scrissi
    ……………………
    ………………….
    ………………..
    E che tu l’abbia ricevuta o no,
    ragazzo mio, ovunque tu sia
    fa che tutto il tuo fango tutta la tua scoria
    possa soccombere al fuoco,
    finchè il fuoco non diventi che luce,
    non diventi che luce.
    C’è qualcuno che possa completare questa poesia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui il link che sei interessato ad una sessione di coaching completamente gratuita  ---> t.me/digireale