Hacker non è pirata informatico!

Purtroppo i giornalisti italiani sono sempre molto ignoranti in termini di tecnologia.

Sono pochissimi infatti coloro che sanno distinguere un pirata informatico da un hacker.

Il termine hacker

Il termine Hacker è nato negli Stati Uniti d’America. Con questo termine si intende un individuo che si impegna ad affrontare, superare ed aggirare tramite l’intelletto le limitazioni che gli vengono imposte, questo comportamento non si limita alla sola informatica, ma in tutti gli aspetti della vita del Hacker.

Hacker è quindi una persone creativa e con una vasta conoscenza dell’informatica e della programmazione, l’Hacker usa la sua conoscenza e la sua creatività per sviluppare e creare nuovi software o programmi; applicativi che noi utenti finali andiamo ad usare ogni giorno e che ci semplificano la vita. Gli Hacker inoltre aiutano la comunità non solo creando nuovi software, ma anche segnalando falle in siti informatici di spicco, come ad esempio siti internet di proprietà del Governo.

L’Hacker quindi non distrugge ma crea, quindi nessun individuo che si considera un Hacker andrebbe mai a distruggere un sito internet, creare un virus, oppure entrare nel vostro profilo Facebook.

Questa definizione la trovate qui https://tecnouser.net/differenza-hacker-cracker-lamer/

Invece sul sole 24 ore di oggi…

Questo conferma l’incapacità di usare i termini giusti che genera confusione nelle persone con scarse conoscenze informatiche.

Per tutti coloro che vogliono approfondire l’argomento consiglio la lettura di questo bel libro di Carlo Gubitosa.

Carlo Gubitosa – Hacker, Sc… by mrtone on Scribd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui il link che sei interessato ad una sessione di coaching completamente gratuita  ---> t.me/digireale