DAM – Io voglio del ver la donna laudare”

Io voglio del ver la mia donna laudare è un sonetto di Guido Guinizzelli.

In questo sonetto Guinizzelli tesse un elogio della donna e, nelle quartine, la paragona alle bellezze della natura come i fiori, idealmente rappresentati dalla rosa e dal giglio, che possono simboleggiare una vasta gamma di sentimenti, in particolare l’amore e la purezza; i corpi celesti, che già trasferiscono le virtù della donna su un piano soprannaturale; le bellezze della natura con i colori, compresi quelli cangianti delle pietre preziose. L’elenco dei paragoni sublimi è fatto su modello del plazer provenzale.

Ricordati che se usi il browser Brave non vedrai pubblicitá su questo sito Brave.com
Se vuoi partecipare ad un gruppo Telegram di persone che praticano il miglioramento continuo puoi visitare Miracle Morning Italian fans
Visits: 29
Today: 1

Rispondi

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: