A volte ti sogno – Claudia Corti

A volte ti sogno, ora, piccolo,
indifeso corpuscolo e penso
ai tuoi occhi che non sono nati,
penso ai sogni mai fioriti,
penso – e ne tremo – a quello
che ho perduto, 
che ti sei portato dietro,
per scommessa,
come obolo per Caronte
o viatico per l’aldilà.
Non sei nato,
ma vivi senza nome 
e senza volto  
dentro di me, come allora:
ho solo più stanchezza, ora
e meno lacrime per piangerti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui il link che sei interessato ad una sessione di coaching completamente gratuita  ---> t.me/digireale