Il vero Dio – Fra Filippo Rubini

Ogni volta che ci immaginiamo un Dio diverso da come ce lo annuncia il vangelo – potente, vendicativo, trionfante, che entra nella storia con la forza, pronto a scendere in guerra con la spada e ad uccidere i nostri nemici – ci stiamo fabbricando una falsa immagine di Dio, ci stiamo dimenticando chi è Dio secondo come ce lo ha rivelato Gesù Cristo. Dio non si schiera dalla parte dei vincitori ma dei vinti, non si mette con i primi della fila ma con gli ultimi. Per seguire Cristo devi stare dentro questo paradosso perché c’è qualcosa che è più importante di tutti i trofei che puoi accumulare nella vita. Dio viene nella storia di questo mondo come tutti gli altri uomini: nudo, fragile, tenero. Questo per dirti che forse lo devi cercare lì dove ti senti vulnerabile e trafitto, lì dove ti senti sconfitto da tutti e tradito. È lì che puoi trovare la sua croce, piantata nel giardino delle tue miserie, delle tue ferite. Dio non viene nel mondo per cancellare tutto il male ma per dirti che qualsiasi male non ha l’ultima parola sulla tua vita, per dirti che il suo amore nei tuoi confronti è più forte di ogni tua morte. Solo questa certezza ti può far sperimentare la risurrezione: saperti amato di un amore fuori dalla storia, immortale ma profondamente radicato dentro la tua fragile storia; anche la tua fragilità è degna di essere vissuta perché c’è qualcuno che non la condanna ma la sa accarezzare e darle un senso.
🤍🖤

/ 5
Grazie per aver votato!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: