Dal burqa

Non sento rughe 

a devastare la fronte 

ma il mio pensiero di bimba

mai vecchia

nata mai

ad accogliere muta 

il mio seno 

il mio alito stanco

lo squarcio di ogni violenza.

Muta e senza più fiato.

Non sento che cenere 

sotto le piante 

dei miei piedi asfaltati

arsi vivi

vivi mai

se in fondo 

sono un fondo anch’io

anzi nemmeno sono, in verità.

E la libertà?

In piazza, decapitata, spira.

M. Bari

Ricordati che se usi il browser Brave non vedrai pubblicitá su questo sito Brave.com
Se vuoi partecipare ad un gruppo Telegram di persone che praticano il miglioramento continuo puoi visitare Miracle Morning Italian fans

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: