Egoismo umano e solidarietà

Egoismo umano e solidarietà

La nostra cultura ha sicuramente fatto dei progressi incredibili ma esistono delle zone d’ombra dovute alla nostra incapacità di risolvere i problemi legati al sistema capitalistico globale.

Considerare la vita di un uomo meno importante della vita dei suoi simili nati in zone geografiche diverse è la prima sconfitta che tutti dobbiamo essere in grado di trasformare in vittoria.

Un progresso importante parte dal sensibilizzare gli abitanti del pianeta ad evitare la cultura dello scarto e specificare che può esistere una economia che prevede il salvataggio del pianeta e la creazione di comunità autosufficienti.

Da quando il presidente degli USA Donald Trump ha avviato la politica del “Remain in Messico”, i richiedenti asilo, che si presentano alla frontiera del sud degli Stati Uniti, sono mandati in pericolosi campi in Messico in attesa delle udienze e possono entrare negli USA solo per presenziare in tribunale. Un provvedimento che, secondo quanto dichiarato da un ex funzionario dell’amministrazione americana che si è rifiutato di applicare la procedura in un documento ottenuto dal Washington Post, non è solo crudele, ma è illegale e “viola il diritto internazionale”.

Da agosto i richiedenti asilo hanno iniziato a dormire nel campo alberato alla base del ponte. Senza ricevere l’assistenza degli Stati Uniti o delle Nazioni Unite, si sono affidati a tende, cibo e vestiti donati da un gruppo di pensionati americani e all’assistenza sanitaria di Global Response Management, una non-profit con sede in Florida, i cui medici e infermieri volontari hanno prestato assistenza in Iraq, Yemen e Siria.

Leggi il resto della storia qui

https://www.valigiablu.it/medico-cubano-campo-migranti-messico-usa/
sostieni Valigia Blu, un gruppo di giornalisti indipendenti che si occupano di fact checking

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: