La calma vince

“Ho imparato che la calma è molto
più destabilizzante della rabbia…
che un sorriso disarma molto
più di un volto corrugato,
ho imparato che il silenzio
di fronte ad un’offesa è
un grido che fa tremare la terra.
Ho imparato che come un amore
rifiutato non si perde ma torna
intatto a colui che voleva donarlo,
così accade per la rabbia, le offese…
siamo noi a decidere se farci toccare
o meno da un sentimento,
di qualsiasi sentimento si tratti.
Non importa se stai procedendo
molto lentamente… ciò che importa è
che tu non ti sia fermato. ”

(CONFUCIO)

Una lettera al figlio sull’amore

“New York

10 novembre 1958

Caro Thom:

Abbiamo ricevuto la tua lettera stamattina. Risponderò dal mio punto di vista e naturalmente Elaine dal suo.

Innanzitutto, se sei innamorato, questa è una buona cosa – direi che è la cosa migliore che possa succedere a chiunque. Non lasciare che nessuno la riduca a una cosa piccola e insignificante.

In secondo luogo, ci sono diversi tipi d’amore. Ce n’è uno egoista, meschino, avido, interessato, che usa l’amore per il proprio narcisismo. Questo è il tipo d’amore brutto e paralizzante. L’altro è un fuoriuscire di tutto ciò che c’è di buono in te – gentilezza, considerazione, rispetto -, che non sono solo il rispetto sociale delle buone maniere ma una forma di rispetto più grande che consiste nel riconoscere un’altra persona come unica e preziosa. Il primo tipo d’amore può renderti ammalato, piccolo e debole, ma il secondo può liberare in te forza, coraggio, bontà e perfino saggezza che non sapevi di avere.

Dici che questa non è solo una cotta da ragazzini. Se la senti in modo così profondo naturalmente non lo è.

Ma non credo che tu mi stessi chiedendo cosa provi. Lo sai meglio di chiunque altro. Quello che ti serviva da me era sapere cosa fare al riguardo, e questo posso dirtelo.

Innanzitutto gioiscine e sii molto felice e riconoscente per il fatto che è successo.

L’oggetto dell’amore è la cosa più bella che esista. Prova ad esserne all’altezza.

Se ami qualcuno, non c’è assolutamente nulla di male nel dirlo, però devi ricordare che alcune persone sono molto timide e talvolta quando lo si dice bisogna tenere quella timidezza in considerazione.

Le ragazze hanno una loro maniera di capire o sentire quello che senti, ma di solito vogliono sentirselo dire.

A volte succede che quello che senti non sia reciproco per un motivo o per un altro, ma questo non rende i tuo sentimenti meno preziosi e degni.

Infine, conosco la sensazione che stai provando perché la possiedo anch’io e sono contento che la provi anche tu.

Saremo lieti di incontrare Susan. Sarà assolutamente benvenuta. Ma sarà Elaine a occuparsene perché quello è il suo campo e sarà molto lieta di farlo. Anche lei sa qualcosa dell’amore e forse può aiutarti più di me.

E non preoccuparti di perdere. Se deve succedere, succederà: l’importante è non avere fretta. Le cose buone non scappano via.

Con affetto,

Papà”

John Steinbeck

Impara a sognare – DAM

“Un sogno, pure se è utopia, è l’unica forza.
Rastrella, setaccia il tuo cassetto, scava nel fondo.
Il successo è solo la capacità di far accadere le cose.
Far accadere i sogni è lottarci nel crederci, in ciò è il vivere.
Non importa il tempo, gli ostacoli e le cadute.
Non importa la vetta ma la salita,
e se non ci credi hai già perso.
Senza un sogno la vita non ha scopo.
La fede in un sogno non ammette scuse e soste.
Coltivalo come una piantina fragile, giorno per giorno,
dagli le tue cure, le tue attenzioni e fallo crescere:
diverrà il tuo bastone certo quando il passo sarà incerto.
Per realizzare qualsiasi cosa, devi incominciare col crederci,
a considerala possibile, anche se tutti ti daranno del matto.
La differenza tra ciò che sei e ciò che vorresti essere sta in ciò che fai.
Prepara la tua mente a saper riconoscere le occasioni.
Sii pronto, espandi il tuo sapere più che puoi.
La fortuna sta nell’ essere pronti a coglierle.
Nuovi pensieri, portano a nuove azioni e queste a nuove risultati.
Sii parte del tuo universo, entra in relazione con esso.
Il tuo universo si riorganizza continuamente
predisponendosi nella direzione in cui fai confluire le tue energie.
Sei figlio di te stesso!
Le cose incominciano ad accadere quando ti muovi interamente
nella loro direzione.
La trinità dell’uomo: cuore, mente ed anima, deve convergere
su un unico bersaglio…e non tardare troppo a scoccare la freccia.
Abbi fede in te, tu puoi…ed anche se non sarà ciò che sognavi,
almeno hai vissuto pienamente!
La mia freccia è in volo e la volontà ferma la sostiene.
Esiste un preciso attimo in cui il cuore sussurra di scoccarla,
l’anima nel suo essere percettiva lo coglie, la mente fatti due conti la rilascia.
Quando l’arco è teso, non porti mai tra me è il mio bersaglio.
Il mio sogno non ammette sosta!”

© Domenico Antonio Matalone – DAM Copyright © 2018 – Tutti i diritti riservati L. 633/1941