Spazi poesia di Maria Raffaella Rossi

Spazi poesia di Maria Raffaella Rossi

Forse

avrei dovuto consumare di meno
la tua pelle
e immaginare che su di essa
fosse graffiato il mio nome
e non toccarti
per la paura di cancellarmi.

Sapevo (invece)
che potevo sciupare per ore
la tua pelle
perché al di là di essa c’ero io

in uno spazio profondo
che nessuno avrebbe raschiato.

© Maria Raffaella Rossi – tutti i diritti riservati –

http://mariaraffaellarossi.wordpress.com/2013/01/07/spazi-di-maria-raffaella-rossi/

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: